Antonella Di Maria: Dolce prima Comunione

  • Cosa la fa propendere per torte dalla forma quadrata o dalla forma tonda?
    Ci sono difficoltà diverse nei due casi? Se si, quali?

Prediligo le forme rotonde per le torte romantiche, per esaltare la femminilità, mentre le forme quadrate le associo più a disegni moderni e geometrici. Sotto un aspetto pratico in Italia vengono predilette le forme quadrate perché più facili da tagliare anche se, soprattutto per quelle più alte, comportano qualche difficoltà nella copertura, in particolare negli angoli. Mi fa piacere però ricordare che il dolce siciliano per eccellenza, la cassata, prende il suo nome dall"arabo qas"at, "bacinella" o "scodella", una forma tonda in rame dai bordi svasati dentro la quale essa viene preparata. 

  •  Trucchi che può dare alle nostre lettrici per far durare di più una torta...

Le torte con pan di Spagna e creme, anche se ricoperte di pasta di zucchero, vanno rigorosamente conservate in frigorifero e consumate entro 3-4 giorni. È l"interno che determina la modalità di conservazione. Le basi possono essere preparate con largo anticipo e conservate per mesi a temperatura negativa (congelate). Un ottimo trucco per far durare di più una torta consiste nel ricoprirla con un generoso strato di marzapane prima della copertura in zucchero. Tutto sta nell"isolamento! Inoltre è risaputo che le cakes vanno preparate con qualche giorno di anticipo, conservate in un luogo fresco e al riparo da fonti di luce e calore, avvolte da pellicola e se preparate a regola d"arte (nel caso delle fruitcakes) si possono conservare ricoperte in pasta di zucchero anche per molte settimane, addirittura mesi.

  • Da pasticcera esperta quale lei è come riesce a coniugare la bellezza delle sue torte con il gusto che noi italiani amiamo tanto?

Da sempre propongo entrambe le varianti, sia le cakes che le torte classiche con pan di Spagna, bagne e creme. Evidentemente per l"uso che ne viene fatto nella nostra cultura, si predilige un dolce più leggero, morbido e umido che, servito a fine pasto, di solito alla fine di un banchetto luculliano, debba sapere ancora deliziare un palato e invogliare una pancia piena. Ho preso quest"abitudine dovendo fare qualche compromesso: l"altezza (perché le mie torte, se interamente commestibili, non saranno mai alte 20 cm) e i bordi stondati, dovuti ad un interno più morbido oppure all"uso della panna al posto della crema al burro sotto la copertura. 

Galleria : 

Antonella Di Maria, da sempre appassionata di dolci e decorazioni, in particolar modo per il dolce "ben fatto", decorato secondo i canoni della pasticceria classica delle Kaffeehäuser del Nord Europa, nel 2010 approfondisce le sue conoscenze confrontando l'esperienza da autodidatta con il reale lavoro in una pasticceria tedesca. Nel 2011 partecipa come ospite alla trasmissione RAI UNO Mattina, come docente al Cake Show di Bologna e come finalista al concorso Glamouritaliancake durante la fiera internazionale di Pasticceria SIGEP che si tiene annualmente a Rimini. Docente affermata di cake design, attualmente collabora con riviste di cucina e Cake Design nonché con varie strutture per la realizzazione di torte per eventi.